Jan Palach. A cinquant’anni dal sacrificio

Il 16 gennaio 2019 ricorre il cinquantesimo anniversario dal martirio del giovane patriota cecoslovacco Jan Palach. Lo studente universitario che nel 1969 passò alla storia per aver scelto di immolarsi fra le fiamme nel tentativo di far giungere al mondo il grido di disperazione del suo popolo. Correvano, infatti, anni assai bui per le genti afflitte dall’occupazione sovietica e ogni protesta, per quanto pacifica, finiva soffocata nel sangue. Così, dopo il fallimento della “Primavera di Praga” e il silenzio politico delle nazioni, un gruppo di volontari scelse di imitare le “torce umane” buddhiste. Tra le dichiarazioni ritrovate nei loro quaderni, scegliamo di riportare la più celebre scritta da Jan Palach: Poiché i nostri popoli sono sull’orlo della disperazione e della rassegnazione, abbiamo deciso di esprimere la nostra protesta e di scuotere la coscienza del popolo. Il nostro gruppo è costituito da volontari, pronti a bruciarsi per la nostra causa. Poiché ho avuto l’onore di estrarre il numero 1, è mio diritto scrivere la prima lettera ed essere la prima torcia umana. Noi esigiamo l’abolizione della censura e la proibizione di Zpravy. Se le nostre richieste non saranno esaudite entro cinque giorni, il 21 gennaio 1969, e se il nostro popolo non darà un sostegno sufficiente a quelle richieste, con uno sciopero generale e illimitato, una nuova torcia s’infiammerà”. Le morti di Jan Palach e degli altri giovani, sconvolsero l’intero paese, portando per le strade immense folle animate dal desiderio d’amore per la libertà e per la Patria. Ma, purtroppo, non servirono ad ottenere l’agognata indipendenza che arrivò solo nel 1990. Con questo intervento quindi, vogliamo ricordare il sacrificio non solo del giovane Jan Palach ma anche il sacrificio dei tanti giovani rivoluzionari cecoslovacchi, come esempio di lotta disinteressata per l’autodeterminazione del proprio popolo, aldilà di ogni slogan retorico o anticomunista.   Francesco Maria Pannilini
in: Italia/Mondo
13 Gennaio 2019