La drammatica situazione di Villa Castiglioni a Induno Olona

Villa Castiglioni a Induno Olona, oltre a rappresentare un bene di grande valore artistico-architettonico è un patrimonio della comunità e riveste un grande significato affettivo per la popolazione di Induno.

La villa fu edificata nei primi anni del XIX secolo dai conti Mannati.

Acquistata in seguito da Ermenegildo Castiglioni, già proprietario di un bellissimo palazzo in Corso Venezia a Milano, ne fece la sua residenza estiva facendola restaurare da maestranze venute appositamente da Parigi.

Alla famiglia Castiglioni apparteneva anche Adelaide, figlia di Ermenegildo, che sposò il leggendario aviatore Arturo Ferrarini le cui spoglie riposano nel cimitero di Induno Olona.

Nel 1981 venne trasformata in un albergo.

La proprietà poi falli. La villa fu chiusa definitivamente nel 2011 e affidata ad un curatore fallimentare di Milano.

Ad oggi versa in uno stato di drammatico abbandono.

Come consiglieri di minoranza abbiamo effettuato due sopralluoghi: uno nel mese di febbraio e uno qualche giorno fa accompagnando anche i Consiglieri Regionali Monti e Cosentino per verificare lo stato effettivo dell’interno della villa.

Sono state visitate circa 60 stanze, ove sono evidenti segni di pernottamento e saccheggio. Tutte le suppellettili sono state asportate, così come anche le cucine gli armadi e i letti. Sporcizia e topi regnano ovunque.

Il giardino è in completo stato di abbandono e colmo di immondizie, escrementi animali e non solo.

Le grondaie sono state rubate proprio negli ultimi giorni: un paio di persone sono state arrestate dalle forze dell’ordine ma nemmeno questo ha fatto in modo che i vandali desistettero dai loro propositi.

La villa è sicuramente abitata almeno durante la notte da persone non identificate, quasi sicuramente clandestini.

La situazione è ben nota alla nostra amministrazione che però non ha messo in atto alcun provvedimento risolutivo, trincerandosi dietro al fatto che la villa è privata e sottoposta a fallimento.

Giustificazioni pretestuose dato che Induno Olona non ha un presidio di carabinieri ma solo di polizia locale; il sindaco quindi è dunque la persona incaricata della sicurezza sul territorio.

La villa tornerà per l’ennesima volta all’asta alla fine di luglio ad un prezzo veramente ridicolo; tutti sperano che qualcuno l’acquisti e riesca a bonificare la zona.

Al momento la popolazione di Induno si è mossa inserendo la villa come “luogo del cuore “nel sito del Fai affinché l’associazione riesca a darci qualche fondo per ripristinare almeno il giardino.

Vi invito quindi a consultare il sito e a votare per villa Castiglioni.

 

Teodora Gandini

Consigliere Comunale Induno Olona

in: Varese e dintorni
14 giugno 2018