Italia/Mondo - pagina 2

  • Nervosismo, lo spettro che si aggira per l’Europa

    Il nervoso serpeggia nei Palazzi Europei
    Nell'ultimo periodo stiamo assistendo a delle scene surreali. Esponenti dell'Establishment europeo che attaccano senza sosta il Governo italiano, frasi al vetriolo, insulti, fino ad arrivare alle dichiarazioni politiche fatte per alterare i Mercati e influenzare lo spread.
  • Teoria Gender: perché Cosentino ha ragione

    Cosentino contro la Teoria Gender
    In un periodo storico come questo, se una Comunità abbandona la propria Identità, non potrà fare altro che soccombere sotto i colpi di una Identità molto più determinata e forte, soprattutto dal punto di vista Culturale. Questo ci fa capire come mai ci siano tanti omosessuali contrari alle teorie portate avanti dalla Teoria Gender e contrari alle politiche dell'attivismo Lgbt.
  • Kim e Donald, dalle tensioni all’idillio

    Eccoci qui, sul finire di un 2018, ancora vivi e vegeti ad ascoltare dichiarazioni che vanno oltre il semplice attestato di stima; infatti qualche giorno fa durante un comizio in West Virginia, il Presidente USA ha descritto rapporti idilliaci col Leader della Corea del Nord: “Mi ha scritto lettere bellissime. Ci siamo innamorati”.
  • Democrazia fa rima solo con Ungheria

    La Democrazia in Ungheria non viene rispettata
    In un mondo in cui i valori sono considerati relativi, il mercatismo e l’antisovranismo rimangono dogmi. Così come lo Stato di Diritto di matrice giacobina, che non contempla più lo stato d’eccezione schmittiano. L’Occidente ha cancellato la metafisica e sacralizzato un insieme di leggi scritte da altri esseri umani: ecco il vero paradosso.
  • Bannon e le radici di “The Movement”

    The Movement di Bannon
    Un uomo che ci racconta di una rivoluzione che sarà di portata mondiale e che spazzerà via sia il Globalismo, sia il “Sistema Soros” e che inizia ad accennare a un'onda che darà vigore anche a tutti quei movimenti anti élite in Europa di cui la Brexit è stata solo l'inizio.
  • L’affair Inglese

    A beneficiare di questa situazione infatti non sono solo i progressisti di Corbyn, ma soprattutto il partito euroscettico dell'UKIP, sparito per un po' dalle scene dopo il successo della Brexit e le dimissioni del leader Nigel Farage, registra ad oggi un incremento degli iscritti, segno che agli inglesi non va giù questa linea soft sui trattati per l'uscita dall'UE.
  • Cosa bolle in Europa?

    Gli abitanti dei Paesi UE hanno iniziato a ricercare una stabilità e un ritorno alla normalità (e spesso al buonsenso), riponendo la loro fiducia in quei partiti nazionalisti e sovranisti che i pensatori “à la page” definiscono “populisti”; che fanno cioè gli interessi del Popolo e non di chi tiene i cordoni della borsa a Bruxelles.
  • Gramsci contro Gramsci

    L’egemonia culturale, un’arma micidiale, la cui importanza venne riconosciuta da Gramsci, capace di annientare anche un’egemonia politica. È questa la grande sfida epocale: non solo respingere le navi, ma ricreare un’egemonia.
  • Qualche chiarimento sulla questione migranti

    I due requisiti per accogliere uno sbarco sono sia l’adeguatezza del porto nell’avviare le pratiche per l’accoglienza, sia la contiguità del porto con il naufragio avvenuto, entrambi requisiti carenti nei porti italiani. In sintesi il diritto internazionali legittima l’atteggiamento sovranista di imporre che lo sbarco avvenga in qualsiasi altro porto del Mediterraneo (come ad esempio Malta) se non addirittura nel paese di partenza.
  • Perché i Meme sono una grande invenzione per il mondo Identitario e Conservatore

    I Meme non sono altro che la semplificazione di alcuni concetti inseriti all'interno di una vignetta, solitamente ironica, ridicola o satirica, che si diffonde in rete a macchia d'olio e diventa virale. Sono un fenomeno sfruttato alla grande dalla galassia di destra e identitaria che ha visto il suo apice durante la campagna per le Presidenziali americane del 2016.